La domotica al servizio di anziani e disabili

Un’applicazione rilevante della domotica riguarda senza dubbio la sua dimensione sociale, per la sua possibilità di garantire piùautonomia e sicurezza nelle azioni quotidiane di persone anziane e disabili.
Nella casa domotica attraverso un semplice telecomando, o attraverso comando vocale, si possono gestire gli impianti di illuminazione, sicurezza, telecomunicazioni, riscaldamento, aria condizionata e, più in generale, qualsiasi componente alimentato dall’energia elettrica. Grazie a telecomandi di controllo speciali, con tasti grandi, retroilluminazione e la possibilità di personalizzarli con icone identificative delle funzioni, per tutti è possibile compiere con facilità le operazioni programmate.
I telecomandi più complessi possono adattarsi a persone con difficoltà motorie gravi e hanno tasti dotati di ingressi per sensori esterni attivabili con i movimenti che il soggetto è in grado di fare, come il movimento della mano o della testa, delle dita e perfino delle palpebre. In questi dispositivi sono molto curate le funzioni di feedback che, ripetendo il messaggio, permettono di correggere eventuali errori di interpretazione.
Come si vede, la domotica si presta a facilitare le attività quotidiane a persone che presentano diverse tipologie di disabilità. A questo proposito Spaziodomotica propone anche sistemi a controllo vocale, completamente integrati nel sistema dell’abitazione, che facilitano le attività quotidiane (scopri la nostra casa a comando vocale).
Per assicurare maggiore tranquillità alle persone anziane o malate è possibile dotarle del medaglione per il telesoccorso, da tenere sempre al collo e utilizzare facilmente per avvertire che sono in difficoltà. Il telesoccorso funziona come un qualsiasi allarme tecnico e viene azionato da un telecomando a batterie a onde radio. Dirigendo il raggio verso un rilevatore, un segnale di allarme si attiva sull’impianto antifurto che fa scattare una sirena interna e trasmette via telefono una richiesta di aiuto ai numeri selezionati in precedenza: ufficio, medico di fiducia o pronto soccorso del più vicino ospedale.